COME UNA FALENA

Sono attratta da te

Come la falena è attratta dalla luce dei lampioni.

Come una calamita mi attiri verso di te

E le mie barriere cadono così, semplicemente.

Non posso fare a meno di starti vicino, non

Riesco ad allontanarmi …

Basta un tuo sospiro sulla mia pelle,

un bacio fuggevole sul collo per far crollare

tutti i miei limiti.

E come la falena che balla ad un ritmo costante,

quasi una danza afrodisiaca,

una danza che finisce se non quando appagata

si poggia lievemente tra la luce.

Come una falena, prendimi e avvolgimi nella tua luce,

nel tuo calore, circondami in un abbraccio infinito

e come una falena fammi danzare con te …

come una falena che corre verso la luce

AS A MOTH

I am attracted to you

Like a moth is drawn to the light of the street lamps.

Like a magnet you draw me to you

And my barriers fall just like that, simply.

I can’t help but be near you, I can’t

I can’t pull away …

Just a whisper on my skin,

a flying kiss on my neck to break down

all my limits.

And as the moth that dances to a constant rhythm,

almost an aphrodisiac dance,

a dance that ends only when satisfied

rests gently in the light.

As a Moth, take me and envelop me in your light,

in your warmth, surround me in an infinite embrace

and as a moth make me dance with you …

as a moth running towards the light

QUELLA COLLINA

Accompagnami su quella collina,

saliamo insieme mano nella mano,

non lasciarmi, tienimi stretta

è qui che voglio essere,

è qui che voglio stare.

Al di sopra di ogni cosa

Al di sopra di tutto,

oltre a ciò che vedo, oltre

e ancora di più.

E l’estasi che voglio,

è l’assoluto a cui bramo.

Puoi rimanermi accanto oppure

Entrarmi nell’anima,

puoi sederti e restare lì a fissarmi

oppure puoi farmi danzare

senza freni senza inibizioni,

liberamente.

Accompagnami su quella collina

Dove ogni cosa si confonde,

dove tutto è niente, e dove il niente

trova posto nel nulla.

Quella collina, è lì che voglio respirare,

è lì che voglio sognare,  è lì che voglio amare

e desiderare.

Quella collina, si, sei tu, ed è lì che

Voglio stare.

THAT HILL

Lead me up that hill,

Let’s go up together hand in hand

Don’t leave me, hold me tight

This is where I want to be

This is where I want to stay

Above it all

Over everything

beyond what I see, beyond

and more.

And the ecstasy I want,

is the absolute I crave.

You can stay by my side or

Enter into my soul,

You can sit and stare at me

or you can make me dance

unlimited without inhibitions

freely.

Lead me up that hill

Where everything blurs

Where everything is nothing, and where nothing

Finds its place in nothingness.

That hill, that’s where I want to breathe,

that’s where I want to dream, that’s where I want to love

and desire.

That hill, yes, it’s you, and that’s where

I want to be.

LA MIA FONTAINEBLEAU

Eccomi nel mio boudoir soavemente rivestito

Di fantasie orientali tra stelle e mezze lune;

sdraiata sul mio petit sofà in silente attesa.

La musica fa da sottofondo con dolci note e

Ritmo lento mentre da piccoli vasi di terracotta

Incastonati nel muro bruciano essenze dal

Profumo intenso.

Un vetro crea giochi di luce spettacolari che danno inizio alla danza:

una danza a piedi nudi indossando un semplice velo

trasparente;

una danza lenta, sinuosa e sensuale perché il tempo

non esiste nella mia Fontainebleau.

Felice e persa in quel vortice di sensazioni meravigliose

Continuo a danzare con tutto il mio essere.

Ti aspetto.

Dammi la mano e danza con me perché tu, si, tu hai la chiave:

aprire la porta ed entrare oppure rimanere a guardare.

A te la scelta.

La mia Fontainebleau.

MY FONTAINEBLEAU

Here I am in my boudoir sweetly clothed

Of oriental fantasies between stars and half moons;

lying on my petit sofa in silent waiting.

The music plays in the background with sweet notes and

Slow rhythm while from small terracotta pots

Set in the wall burn essences with an intense perfume.

A glass creates spectacular plays of light that start the dance:

a dance barefoot while wearing a simple and transparent veill;

a slow, sinuous and sensual dance because time does not exist in my Fontainebleau.

Happy and lost in that vortex of wonderful sensations

I continue to dance with all my body.

I am waiting for you.

Give me your hand and dance with me because you, yes, you have the key:

Open the door and enter or stay and watch.

The choice is yours.

My Fontainebleau.